Voucher Regalo valido 36 mesi - Consegna immediata via mail | 1999-2021
Carrello
Esperienza in barca a vela

Esperienza in barca a vela

Regala un'esperienza in barca a vela ad una persona cara!

Vorresti fare un regalo ad un appassionato della barca a vela? Sei nel posto giusto! Golden Moments ti offre moltissimi pacchetti sulla barca a vela, non ti basterà altro che scegliere quello più adatto a te o al destinatario del regalo!

Breve storia della vela

La vela è un mezzo di trasporto che risale a tempi antichissimi: una superficie di tela o di altro materiale, fissata su di un palo o sull’alberatura di un’imbarcazione causa l’avanzamento di quest’ultima grazie alla forza del vento.
I primi esempi di navigazione a vela risalgono addirittura al 6000 a.C. ma fu il popolo Egizio il primo a farne un uso intensivo e ben documentato a partire dal 4000 a.C.
In seguito Greci, Fenici e Arabi si servirono delle loro imbarcazioni a vela per esplorare, commerciare e dominare militarmente le rotte dei mari.
 
Tra i tipi di vela più comuni delle antiche imbarcazioni vi sono le vele quadre armate sui pennoni (lunghe aste disposte perpendicolarmente all’asse longitudinale della barca), questo tipo di vela fornisce una buona spinta nelle andature portanti, cioè con vento a favore, ma non permette di risalirlo e spesso si rendeva necessario l’utilizzo dei remi. Esso rimase tuttavia per secoli il sistema più diffuso in Mediterraneo e venne sviluppato in maniera indipendente in varie altre parti del mondo.
Le prime vele triangolari dette “vele latine” iniziarono a diffondersi nel Mediterraneo dal IX secolo e per parecchio tempo andarono ad affiancare le tradizionali vele quadre che continuarono ad essere largamente utilizzate su ogni tipo di imbarcazione durante tutto il “periodo d’oro della navigazione a vela” (dal XVI al XIX secolo).
 
Nel frattempo fiorirono una serie di altri tipi di vele, con buone capacità di risalire il vento, come le vele auriche, le vele di straglio, il fiocco e la randa finché, nella seconda metà dell’800 le navi a vapore in circolazione iniziarono a superare i velieri per numero segnando l’inizio di quello che sarà il rapido declino della navigazione commerciale a vela. Pochi anni dopo, nel 1875 , solamente tre paesi continuavano a investire nella costruzione di navi a vela: Canada, Norvegia e Italia

La vela come sport

Anche la vela intesa come sport e divertimento risale agli albori della civiltà umana: lo storico greco Pausianas narra di una competizione velica, contornata da musica e gare di nuoto, organizzata nel II secolo a.C. in onore di Dionysus Melanaigidos, presso il Tempio di Afrodite ad Ermioni.
 
La storia della vela sportiva moderna affonda le sue radici nella lotta contro la pirateria.
Nel corso del Secolo XVII le rotte delle Indie Orientali, dell’Africa e delle Americhe erano infestate di pirati e le navi olandesi, che commerciavano merci di grande valore con le colonie, erano prede molto ambite. Per rispondere a tali minacce gli olandesi svilupparono dei velieri veloci ed agili chiamati “jachtschip” (dall’olandese “jacht“, che significa cercare, cacciare, perseguire) per inseguire e catturare i vascelli pirata. Queste agili imbarcazioni risultarono molto efficaci per il loro scopo e si dimostrarono anche estremamente divertenti da condurre, al punto che iniziarono ad essere usate anche per fini sportivi.
 
A metà del Secolo XVII, il re Carlo II, durante il suo esilio nei Paesi Bassi, ebbe modo di scoprire gli jachtschip e, quando fu restaurato al trono, ne portò con sé un esemplare in Inghilterra, favorendo così la diffusione dello sport della vela nell’Impero Britannico. Carlo II era così appassionato che contribuì a disegnare il suo yacht personale, lo “Jamie“, di 25 tonnellate di stazza, completato nel 1662. Lo stesso anno, il re condusse personalmente alla vittoria lo Jamie contro uno jacht olandese di proprietà del Duca di York, in un percorso che andava da Greenwich a Gravesend e ritorno. Si trattava della prima regata fra yacht condotti da timonieri non professionisti.
In seguito la parola di origine olandese “jacht” venne anglicizzata nel termine “yacht” oggi ampiamente utilizzato per indicare le imbarcazioni a vela.
La prima competizione velica di flotta dell’era moderna fu la Cumberland Regatta, inaugurata nel 1715, che si tiene ancora oggi, mentre la prima competizione internazionale fu, nel 1851, la famosa Coppa delle Cento Ghinee, più nota come Coppa America.
 

Come funziona la barca a vela

Ripassiamo prima qualche elementare principio fisico. La prima legge della Dinamica (parte della Fisica che studia il moto dei corpi) dice che se non c’è nessuna forza applicata ad un oggetto, questo persevererà nel suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme, di conseguenza non avrà né accelerazione né decelerazione; se al contrario un oggetto è soggetto a una forza questo accelererà in maniera proporzionale ad essa (F=ma o seconda legge); la terza legge dice: ad una forza applicata ad un corpo ne corrisponde una uguale e contraria.
 
Vediamo ora cosa succede in una barca a vela: a causa della grande superficie velica, la barca può cambiare velocità grazie alla grande quantità di aria che le vele riescono a catturare; se una imbarcazione a vela procede nella direzione del vento, la forza del vento sulle vele può aumentare in maniera ragguardevole grazie alla sommatoria della velocità della barca, in poche parole se abbiamo dieci nodi di vento, e la barca avanza in direzione del vento ad una velocità di 12 nodi, la forza esercitata sulle vele é di circa 22 nodi, (chiamato anche vento apparente). Per questo motivo su di una barca a vela entrano in gioco forze impressionanti. Pensate semplicemente al fatto che in certe particolari situazioni una barca a vela può andare addirittura più veloce del vento!!! Tutto questo perché le vele di una barca si comportano esattamente come le ali degli aerei. Nella vita di tutti i giorni è facilmente riscontrabile un piccolo esperimento che ci può aiutare a capire questo fenomeno: se esponi la tua mano fuori dal finestrino dell’automobile in movimento e la tieni inclinata, sentirai una forza nel senso dell'inclinazione; questa forza, inoltre varierà secondo il grado di inclinazione. E' per questo motivo che le barche a vela veleggiano e gli aeroplani volano.

Weekend in barca a vela

Tra i pacchetti più comuni di Golden Moments troviamo i weekend in barca a vela, che permettono di godersi un weekend in pieno relax, perché la maggior parte offrono lo skipper che si occuperà della barca, e di uno chef che si occuperà dei pasti, a te non resterà altro che goderti un meraviglioso weekend in mezzo al mare!
Tra le tante destinazioni italiane Golden Moments ti lascia una scelta molto amplia, potrai scegliere tra le più lussuose destinazioni come Portfofino.Trascorre una giornata in barca a vela nel Golfo del Tigullio e nel Golfo Paradiso, significa anche visitare, da un punto di vista certamente particolare, uno dei tratti di Costa più affascinanti del Mediterrano.
Con la guida di uno skipper esperto di potrà assaporare al meglio il fascino della vela, a stretto contatto con il mare e lo splendido scenario naturale di questi luoghi.
Oppure potrai decidere di passarlo all’isola d’Elba, in Toscana, a Ponza e in moltissime altre destinazioni

Giornata in barca a vela

Non preoccupatevi se non avete intenzione di passare una o più notti in barca, perché ti offriamo pacchetti anche per singole giornate, per goderti una giornata al mare e un aperitivo col tramonto.
Una destinazione molto originale è Venezia, potrai visitare la tipica imbarcazione mercantile veneziana a vela, in un ambiente storico, naturale tra i più unici al mondo, dove potrai costeggiare splendide isole, visitare piccoli villaggi di pescatori e rimanere abbagliati dall’incanto di questi paesaggi suggestivi.
Oppure avrai la possibilità di goderti un fantastico aperitivo al tramonto a Venezia, 3 ore dove potrai goderti la fantastica Venezia al tramonto, avrai la possibilità di vedere la città sull'acqua da una nuova prospettiva, mai vista prima.
 
Altra possibilità è una giornata in barca sulla Riviera Romagnola, oppure la cena in barca sulla Riviera, per passare una serata al mare in compagnia delle persone che ami, rendi la serata unica e speciale! Uno spettacolo di un romantico ed indimenticabile tramonto, ascoltando musica, il rumore delle onde e gustando qualche drink con sfiziosi spuntini in compagnia degli amici.

  

Vacanza in barca a vela

Golden Moments ti offre anche la possibilità di passare un’intera settimana in barca a vela, una vera e propria vacanza italiana, che ti permetterà di visitare i più bei angoli italiani, scoprire tutti i colori del mare e dei fondali marini. Golden Moments ti offre una settimana all’isola del Giglio. Il mare con sfumature con colori che variano dal verdaceo all'azzurro e la sabbia sottile dell'Isola del Giglio, la famosa Isola d'Elba con le sue storie e i suoi scorci mozzafiato delle cittadine di Portoferraio, Porto Azzurro e Marciana Marina, tutto in una settimana unica e speciale da trascorrere cullato dalle onde del mare a bordo di una barca a vela. Una vera e propria esperienza full immersion a contatto con il mare, per trascorrere una settimana diversa dal solito. La vacanza sarà disponibile per 6-8 persone, perfetta per l’intera famiglia o amici.
Un’altra opzione è una settimana alla scoperta delle coste e del mare dell'arcipelago toscano, Secondo la leggenda la Dea Venere, dea della bellezza, emergendo dalle meravigliose acque del Mar Tirreno, lasciò cadere dalla collana che portava intorno al collo sette perle, le quali caddero in mare diventando le sette isole dell’Arcipelago Toscano.
Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano è il più grande Parco marino d'Europa e comprende tutte le isole principali dell'Arcipelago Toscano: sette sorelle che si dispongono come una sorta di corona al largo della costa della Toscana. Sette isole che sarebbero tutte da vedere, ognuna per un motivo diverso. Venite a scoprire quali sono le isole dell’Arcipelago Toscano e a trovare qualche ottima idea per le vostre prossime vacanze!
 
Un arcipelago "anomalo", perché ogni isola è una realtà propria, con il proprio carattere diverso dalle altre e ricca di una meravigliosa rassegna di ambienti naturali, di vegetazione, di cultura, storia e arte.
 
  1. Isola d’Elba. È la più grande dell’arcipelago. E anche quella dove ci sono più cose da fare e da vedere. Dalle spiagge alle città, dalle escursioni agli eventi, l’Elba è un’isola in grado di accontentare tutti i gusti. Dipende solo dal tipo di vacanza che vi piacerebbe vivere.
  2. Isola del Giglio. È la meta consigliata per chi vuole vivere una vacanza dedicata completamente al relax e alle escursioni nella natura. L’isola del Giglio è solo apparentemente piccola: una volta arrivati, vi accorgerete che la natura dell’isola è come una sorpresa continua.
  3. Isola di Capraia. Le spiagge di Capraia sono la principale attrazione di questa destinazione. Ma certamente non la sola. Capraia può essere la meta di una vacanza di chi vuole staccare completamente dal trantran quotidiano. Oppure potrebbe essere un’ottima idea per una escursione.
  4. Isola di Montecristo. Per visitare Montecristo occorre un permesso speciale rilasciato dal Corpo forestale di Follonica. Una volta ottenuto il permesso, solo barche segnalate al Corpo forestale di Follonica possono raggiungere l’isola. Montecristo è consigliata per un’escursione in un luogo incontaminato, selvaggio e per certi versi leggendario.
  5. Isola di Pianosa. Altra isola dell’arcipelago da vedere durante un’escursione di una giornata. E anche in questo caso si tratta di una meta lontana dalla modernità e dallo stress quotidiano. Tra le cose principali da vedere ci sono forte Teglia, palazzo della Specola, le catacombe.
  6. Isola di Gorgona. È la più settentrionale e anche la più piccola delle sette sorelle. Ed è un piccolo gioiello dall’inestimabile valore naturalistico. È possibile raggiungerla con escursioni di un giorno che partono da Portoferraio, sulla costa settentrionale dell’isola d’Elba.
  7. Isola di Giannutri. La più meridionale delle isole dell’Arcipelago Toscano. Un luogo che combina la bellezza di spiagge incontaminate al fascino di antiche ville romane costruire a picco sul mare.
Ovviamente sarà possibile scegliere anche la bella Sicilia, troverai dei posti e delle spiagge meravigliosi. Navigare lungo la costa settentrionale dell’isola vuol dire andare alla scoperta di gioielli unici come Cefalù e Tindari, Capo Gallo e Mondello sia gettare l’ancora in uno degli approdi silenziosi e riparati che lasciano a bocca aperta anche il lupo di mare più esperto, sia attraccare in uno dei tanti porti attrezzati e capienti per passare una serata di festa per il palato al tavolo di un ristorante tipico di via Maqueda a Palermo o sul lungomare di Gioiosa Marea.
Non può mancare la Sardegna, avrete la possibilità di navigare nel fantastico mare della Maddalena, e scoprire tutti gli angoli di paradiso della Sardegna

Non dovrete preoccuparvi degli affollamenti sulle spiagge perché avrete una barca tutta per voi! 

FAQ - Domande Frequenti
Qui troverai aiuto per scambiare o aggiornare il voucher, conoscere i tempi di consegna, portare spettatori, vendite aziendali e molto altro ancora. Clicca qui per vedere tutte le nostre FAQ
Recensioni
Flight Lesson Ho regalato questa esperienza al mio compagno.
Siamo stati a Calvisano e Fabio, l'istruttore pilota, è stato veramente gentile, professionale e disponibile anche nell'organizzazione. Dopo un briefing, hanno volato sul lago di Garda. Vedendo le foto... uno spettacolo unico!
Consiglio questa esperienza vivamente. Beatrice

Scelto da
Aiuto Online
Ciao sono Alessia
Voucher via mail immediato! Hai bisogno di aiuto per questa idea regalo, Esperienza in barca a vela?..